Sunday, April 24, 2016

 

 



Soy un nuevo usuario

Olvidé mi contraseña

Entrada usuarios

Lógica Matemáticas Astronomía y Astrofísica Física Química Ciencias de la Vida
Ciencias de la Tierra y Espacio Ciencias Agrarias Ciencias Médicas Ciencias Tecnológicas Antropología Demografía
Ciencias Económicas Geografía Historia Ciencias Jurídicas y Derecho Lingüística Pedagogía
Ciencia Política Psicología Artes y Letras Sociología Ética Filosofía
 

rss_1.0 Recursos de colección

AMS Acta (10,195 recursos)
Repository of the University of Bologna.

Stato = Pubblicato

Mostrando recursos 1 - 20 de 1,743

1. Oltre i confini, lungo i margini. Atti della prima giornata di studio del Gruppo di Lavoro SIPED, Teorie e Metodi della Ricerca in Educazione. Edizione aggiornate e accresciuta
Il presente volume contiene un’edizione accresciuta e aggiornata dei contributi presentati nell’ambito della prima giornata di studio intitolata “Oltre i confini, lungo i margini” del gruppo SIPED Teorie e Metodi della Ricerca Empirica in Educazione (TMRE), svoltasi il 3 ottobre a Rimini presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell’Università di Bologna. Rispetto all’edizione precedente questo volume comprende sei ulteriori saggi inediti e un’introduzione sulle premesse epistemologiche alla base dell’utilizzo delle metodologie qualitative.

2. Interdisciplinarità e Apprendimento linguistico nei nuovi contesti formativi. L'apprendente di lingue tra tradizione e innovazione.
I contributi ospitati nel volume intendono agevolare la riflessione sulla didattica della lingua nei nuovi contesti di formazione e sui punti di contatto con la pedagogia di progetto, nelle sue dimensioni linguistico-culturali, ma anche cognitive e affettive. L’eterogeneità delle pratiche che emerge dalla descrizione dei progetti valorizza l’interdisciplinarità e l’eclettismo metodologico, tendenze e concetti che contraddistinguono le teorie glottodidattiche più recenti. L’insegnante-progettista, valutatore, mediatore, facilitatore, tutor, ecc. assume così ruoli molteplici, per rivolgersi a studenti che apprendono in autonomia guidata, totale o in modelli ibridi di tipo blended-learning. L’aula non è più intesa come luogo fisico ma come luogo sociale,...

3. Insegnare le lingue/culture oggi: il contributo dell'interdisciplinarietà - Londei, Danielle; Miller, Donna Rose; Puccini, Paola

4. The use of digital image correlation in the biomechanical area: a review - Palanca, Marco; Tozzi, Gianluca; Cristofolini, Luca
This paper offers an overview of the potentialities and limitations of digital image correlation (DIC) as a technique for measuring displacements and strain in biomechanical applications. This review is mainly intended for biomechanists who are not yet familiar with DIC. This review includes over 150 papers and covers different dimensional scales, from the microscopic level (tissue level) up to macroscopic one (organ level). As DIC involves a high degree of computation, and of operator- dependent decisions, reliability of displacement and strain measurements by means of DIC cannot be taken for granted. Methodological problems and existing solutions are summarized and compared,...

5. Le raffigurazioni musicali nei Cippi funerari della Collezione Casuccini del Museo Archeologico Regionale "A. Salinas" di Palermo - Bellia, Angela
Il Museo Archeologico Regionale di Palermo custodisce, da oltre un secolo, la più bella e notevole raccolta di antichità chiusine fuori dalla Toscana: la Collezione Casuccini. In essa, che comprende circa diecimila reperti tra interi e frammentari, vi sono i cippi funerari con decorazione a rilievo, di cui generalmente si conserva la parte a forma di dado che conteneva le ceneri del defunto. I temi figurativi presenti sulle quattro facce fanno parte del repertorio iconografico etrusco di età arcaica con valenza funeraria e con richiamo alla vita del defunto e al rituale funebre. Ricorrenti sono le scene musicali legate al...

6. Le raffigurazioni musicali nella coroplastica della Sicilia greca (VI-III sec. a.C.) - Bellia, Angela
Nell’ambito degli studi archeologici, le ricerche hanno ampiamente trattato aspetti musicali dell’antichità attraverso l’iconografia delle ceramiche attiche e greche in generale. Manca da questa documentazione un’analoga trattazione della coroplastica con raffigurazioni musicali del mondo greco. Con questo progetto di ricerca si è inteso avviare l’elaborazione di corpora comprendenti lo studio di questo repertorio da organizzare per regioni, a partire dalla Sicilia. Sono stati individuati trentacinque siti di rinvenimento di statuette di suonatori, più frequentemente di suonatrici, singole o in gruppo, di aulos, tympanon, kymbala, kithara, arpa presso le aree sacre urbane ed extraurbane, gli abitati e le necropoli. La classificazione ha consentito...

7. Complex karyotype, older age, and reduced first-line dose intensity determine poor survival in core binding factor acute myeloid leukemia patients with long-term follow-up - Mosna, Federico; Papayannidis, Cristina; Martinelli, Giovanni; Bonalumi, Angela; Tecchio, Cristina; Candoni, Anna; Capelli, Debora; Piccin, Andrea; Forghieri, Fabio; Bigazzi, Catia; Visani, Giuseppe; Zambello, Renato; Zanatta, Lucia; Volpato, Francesca; Paolini, Stefania; Testoni, Nicoletta; Gherlinzoni, Filippo; Gottardi, Michele
Approximately 40% of patients affected by core binding factor (CBF) acute myeloid leukemia (AML) ultimately die from the disease. Few prognostic markers have been identified. In this study we reviewed 192 patients with core binding factor acute myeloid leukemia (AML), treated with curative intent (age, 15-79 years) in 11 Italian institutions. Overall, 10-year overall survival (OS), disease-free survival (DFS), and event-free survival were 63.9%, 54.8%, and 49.9%, respectively; patients with the t(8;21) and inv(16) chromosomal rearrangements exhibited significant differences at diagnosis. Despite similarly high complete remission (CR) rate, patients with inv(16) experienced superior DFS and a high chance of achieving a second CR, often leading to prolonged OS...

8. Mousiké ad Akragas Iconografia musicale nel Museo Archeologico Regionale di Agrigento. Catalogo dell'esposizione tematica di ceramica e coroplastica con raffigurazioni musicali (7 dicembre 2006 - 7 gennaio 2007) - Bellia, Angela
La coralità e la partecipazione, che sono sottese all’intero mondo del teatro e della musica in Grecia, hanno guidato la mano di A. Bellia in questa rinnovata esperienza. Il progetto è stato quello di identificare nell’antico, attraverso le testimonianze archeologiche agrigentine, ceramiche attiche e magnogreche e terrecotte figurate, immagini musicali come contributo alla conoscenza di aspetti della cultura e della società della Grecia riguardo alla musica. Di fatto, la vasta documentazione iconografica presente nel repertorio di vasi greci del Museo di Agrigento - dalla fine del VI al IV secolo a.C. - si è rivelata un tramite importante per lo...

9. Fall Risk Assessment Tools for Elderly Living in the Community: Can We Do Better? - Palumbo, Pierpaolo; Palmerini, Luca; Bandinelli, Stefania; Chiari, Lorenzo
Background Falls are a common, serious threat to the health and self-confidence of the elderly. Assessment of fall risk is an important aspect of effective fall prevention programs. Objectives and methods In order to test whether it is possible to outperform current prognostic tools for falls, we analyzed 1010 variables pertaining to mobility collected from 976 elderly subjects (InCHIANTI study). We trained and validated a data-driven model that issues probabilistic predictions about future falls. We benchmarked the model against other fall risk indicators: history of falls, gait speed, Short Physical Performance Battery (Guralnik et al. 1994), and the literature-based fall risk assessment...

10. Cognitive-Behavioral Treatment of Non-alcoholic Fatty Liver Disease: A Propensity Score-Adjusted Observational Study - Moscatiello, Simona; Di Luzio, Raffaella; Bugianesi, Elisabetta; Suppini, Alessandro; Hickman, Ingrid; Di Domizio, Silvia; Della Grave, Riccardo; Marchesini, Giulio
The effectiveness of cognitive-behavior treatment (CBT) in nonalcoholic fatty liver disease (NAFLD), largely related to overweight/obesity and considered the hepatic expression of the metabolic syndrome (MS), has so far been tested in very limited samples. In a tertiary referral center, consecutively-observed NAFLD subjects were offered a CBT program aimed at weight loss and increased physical activity, based on 13 group sessions; 68 cases entered the treatment protocol, those who refused (n=82) were given recommendations for diet and physical activity. Treatment goals (weight loss ≥ 7% initial b.w., normalization of liver enzymes and improved parameters of MS) were tested by logistic...

11. Fall Risk Assessment Tools for Elderly Living in the Community: Can We Do Better? - Palumbo, Pierpaolo; Palmerini, Luca; Bandinelli, Stefania; Chiari, Lorenzo
Background Falls are a common, serious threat to the health and self-confidence of the elderly. Assessment of fall risk is an important aspect of effective fall prevention programs. Objectives and methods In order to test whether it is possible to outperform current prognostic tools for falls, we analyzed 1010 variables pertaining to mobility collected from 976 elderly subjects (InCHIANTI study). We trained and validated a data-driven model that issues probabilistic predictions about future falls. We benchmarked the model against other fall risk indicators: history of falls, gait speed, Short Physical Performance Battery (Guralnik et al. 1994), and the literature-based fall risk assessment...

12. Complex karyotype, older age, and reduced first-line dose intensity determine poor survival in core binding factor acute myeloid leukemia patients with long-term follow-up - Mosna, Federico; Papayannidis, Cristina; Martinelli, Giovanni; Bonalumi, Angela; Tecchio, Cristina; Candoni, Anna; Capelli, Debora; Piccin, Andrea; Forghieri, Fabio; Bigazzi, Catia; Visani, Giuseppe; Zambello, Renato; Zanatta, Lucia; Volpato, Francesca; Paolini, Stefania; Testoni, Nicoletta; Gherlinzoni, Filippo; Gottardi, Michele
Approximately 40% of patients affected by core binding factor (CBF) acute myeloid leukemia (AML) ultimately die from the disease. Few prognostic markers have been identified. In this study we reviewed 192 patients with core binding factor acute myeloid leukemia (AML), treated with curative intent (age, 15-79 years) in 11 Italian institutions. Overall, 10-year overall survival (OS), disease-free survival (DFS), and event-free survival were 63.9%, 54.8%, and 49.9%, respectively; patients with the t(8;21) and inv(16) chromosomal rearrangements exhibited significant differences at diagnosis. Despite similarly high complete remission (CR) rate, patients with inv(16) experienced superior DFS and a high chance of achieving a second CR, often leading to prolonged OS...

13. Organization in disaster / Organizzazione nei disastri - Barbini, Francesco Maria
Disasters can be seen as magnifying glasses on the behavior of subjects and on their (preliminary and contextual) decision-making processes. In fact, the sudden and disruptive events connected with the disaster do not trigger “unusual” behaviors, instead they offer an accelerated and exaggerated representation of normal organizational behaviors and problems, allowing the observation of the whole process of actions and decisions involved. This contribution proposes a reflection on two case studies (the AZF disaster and the Indian Ocean tsunami) that deals with issues related to the identification and management of risks in an industrial setting and to the coordination of...

14. Organization in disaster / Organizzazione nei disastri - Barbini, Francesco Maria
Disasters can be seen as magnifying glasses on the behavior of subjects and on their (preliminary and contextual) decision-making processes. In fact, the sudden and disruptive events connected with the disaster do not trigger “unusual” behaviors, instead they offer an accelerated and exaggerated representation of normal organizational behaviors and problems, allowing the observation of the whole process of actions and decisions involved. This contribution proposes a reflection on two case studies (the AZF disaster and the Indian Ocean tsunami) that deals with issues related to the identification and management of risks in an industrial setting and to the coordination of...

15. Il “vero paziente” è il lavoro - Maggi, Bruno
Workplace health is guaranteed by primary prevention, not by risk management. Primary prevention requires an activity of work analysis aimed at transforming work conditions in order to ensure the well-being of workers. Thus, knowledge about the possible, alternative work design conceptions is necessary in order to make the most adequate choices for prevention. Also, it is useful to reflect on the research traditions that pointed to such pathway, upon which the European directive 89/391 is based on. Such directive introduced obligations of primary prevention and work analysis for prevention. Knowledge and competencies for such purposes are available. However, national norms...

16. In ricordo di Alfredo De Paz - Grandi, Silvia; Barilli, Renato; Davoli, Enrico Maria; De Marinis, Marco; Liotta, Giuseppe; Trimarco, Angelo; Tusini, Gian Luca
Nel corso di una lunga attività critica orientata allo studio e alla comprensione dell’arte contemporanea e delle sue dinamiche, lo studioso Alfredo De Paz ha saputo adoperare e coniugare metodologie che vanno dalla sociologia alla culturologia, dal purovisibilismo alla massmediologia, applicandole a un raggio di argomenti amplissimo che va dal Romanticismo alle Avanguardie storiche. Si è quindi avvertita la necessità di ricordare, sintetizzare e rimeditare le sue riflessioni e i suoi contributi, senza trascurare tuttavia la qualità umana della sua persona. Negli interventi dei suoi ex-colleghi, qui riuniti, riaffiorano grandi figure della cultura del nostro tempo: il Loos di Ornamento...

17. In ricordo di Alfredo De Paz - Grandi, Silvia; Barilli, Renato; Davoli, Enrico Maria; De Marinis, Marco; Liotta, Giuseppe; Trimarco, Angelo; Tusini, Gian Luca
Nel corso di una lunga attività critica orientata allo studio e alla comprensione dell’arte contemporanea e delle sue dinamiche, lo studioso Alfredo De Paz ha saputo adoperare e coniugare metodologie che vanno dalla sociologia alla culturologia, dal purovisibilismo alla massmediologia, applicandole a un raggio di argomenti amplissimo che va dal Romanticismo alle Avanguardie storiche. Si è quindi avvertita la necessità di ricordare, sintetizzare e rimeditare le sue riflessioni e i suoi contributi, senza trascurare tuttavia la qualità umana della sua persona. Negli interventi dei suoi ex-colleghi, qui riuniti, riaffiorano grandi figure della cultura del nostro tempo: il Loos di Ornamento...

18. Oltre i confini, lungo i margini. Atti della prima giornata di studio del Gruppo di Lavoro SIPED, Teorie e Metodi della Ricerca in Educazione
Il volume raccoglie alcuni dei contributi selezionati dalla giornata di studio “Oltre i confini, lungo i margini” del gruppo SIPED Teorie e Metodi della Ricerca Empirica in Educazione (TMRE), svoltasi il 3 ottobre a Rimini presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell’Università di Bologna. Il gruppo TMRE, coordinato dalla Prof.ssa Luigina Mortari (Università di Verona) e dal Prof. Massimiliano Tarozzi (Università di Bologna), ha organizzato l’incontro con l’obiettivo di costituire un primo luogo di incontro e di riflessione sulle modalità attraverso le quali la ricerca empirica viene praticata, al fine di rispondere all’esigenza di fondare la...

19. Butō. Prospettive europee e sguardi dal Giappone
Il butō, prima ancora di definire il proprio nome, ha profondamente scosso la scena giapponese degli anni ‘50 qualificandosi come un’eresia in grado di sovvertire le norme teatrali sedimentate. Lungo percorsi palesi e sotterranei, in uno stretto groviglio la cui origine non è facilmente collocabile nel tempo e nello spazio, il butō giunge in Europa sul finire degli anni ‘70 preludendo alla folgorante apparizione di Ōno Kazuo al Festival di Nancy del 1980. Il volume, nell’omaggiare il Maestro che assieme a Hijikata Tatsumi ha indelebilmente segnato la fisionomia di questa rivolta danzata, restituisce uno sguardo aggiornato sulla presenza, l’assimilazione e le...

20. "To Save England from Decline". The National Party of Common Sense: British Conservatism and the Challenge of Democracy (1885-1892) - Cammarano, Fulvio

Página de resultados:
 

Busque un recurso