Recursos de colección

AMS Acta (11.598 recursos)

Repository of the University of Bologna.

Stato = Non pubblicato

Mostrando recursos 161 - 180 de 1.079

  1. The TuCSoN Coordination Model & Technology: A Guide

    Omicini, Andrea; Mariani, Stefano
    The slides provide an introduction to the TuCSoN coordination model, and a guide to the TuCSoN coordination technology for distributed systems.

  2. Il plagio, Terminator e l'ascesa delle macchine: quel che il diritto e i software (non) possono fare

    Caso, Roberto
    Il plagio è un concetto occidentale e relativamente recente. Ancora più recente è la sua regolamentazione. Una regolamentazione alimentata dalle norme informali e dalle norme formali del diritto statale. A fronte del dilagare di un “cut & paste” disinvolto e predatorio, innescato dall’uso massivo di Internet, si sta delinenado la possibilità di rispondere alla minaccia della tecnologia ricorrendo alla tecnologia stessa. Insomma, se alla digitalizzazione si deve imputare l’incentivazione di prassi emulative e scarsamente originali, è sempre nella logica informatica che occorrerebbe trovare la cura. In ambito accademico, tale risposta sarebbe rappresentata dai software che intercettano il plagio fornendo ai...

  3. Il plagio: riferimenti normativi e casi giurisprudenziali

    Musso, Alberto
    Il plagio-contraffazione è alquanto difficile da valutare: in primo luogo perché anche il plagio testuale (ossia la riproduzione o textual copy) può essere lecito laddove sia prevista un’eccezione (come nel caso di citazioni) alle condizioni ivi prescritte (a volte elastiche, come nel caso del criterio di necessità e non-concorrenza previste per la citazione ex art. 70 legge aut., e perciò non quantificabili ex ante tramite criteri automatici e aritmetici). A maggior ragione, il plagio diviene soggetto a valutazioni qualitative inevitabilmente in parte discrezionali quando l’opera altrui o la sua parte è parzialmente rielaborata (non-textual copy): in questi casi la stessa...

  4. Politiche, azioni e strumenti: la sperimentazione del servizio "Garanzia di originalità" dell'Università di Bologna

    Garofalo, Milena; Vignocchi, Marialaura
    Nel 2010 l’Università di Bologna ha avviato una sperimentazione per testare l’utilizzo di strumenti automatici a supporto della rilevazione del plagio negli elaborati finali dei suoi studenti. Nell’intervento verranno illustrate le finalità del progetto, le modalità di realizzazione e i risultati della sperimentazione che ha coinvolto i docenti e gli studenti di 27 Corsi di Studio e 3 dottorati di ricerca. Verranno sottolineati, inoltre, gli aspetti giuridici relativi alla corretta gestione dei profili del diritto d’autore, affrontati preliminarmente all’avvio della sperimentazione.

  5. Presentazione dell'e-book: Il diritto d'autore in ambito universitario

    Spedicato, Giorgio
    Il testo è stato elaborato nell’ambito di un progetto dal titolo “Dalle biblioteche e gli archivi alla divulgazione in ambito universitario: il diritto d’autore nello studio, nella ricerca e nella didattica” congiuntamente condotto dal Centro E-learning Ateneo di Bologna (CELAB) dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e dalla Fondazione Istituto Gramsci Emilia-Romagna. Esso si prefigge come obiettivo di divulgare tra i protagonisti del mondo accademico i principi e le norme fondamentali in materia di diritto d’autore, in modo che questi possano avere a disposizione uno strumento di agevole lettura che consenta loro, superando le complessità tipiche dei testi giuridici...

  6. Citare le fonti: linee guida e strumenti. Il supporto dei servizi bibliotecari

    Rivi, Claudia; Zani, Maurizio
    Verrà presentato il lavoro svolto dai bibliotecari dell'Università di Bologna al fine di raccogliere ed armonizzare in un unico documento di linee guida le indicazioni volte a delineare, per ogni disciplina, lo stile citazionale più appropriato e uniformemente condiviso. L'iniziativa si inserisce nell'ambito del Servizio "Garanzia di Originalità" con l'intento di fornire agli studenti laureandi un valido supporto nella redazione dell'apparato bibliografico della tesi di laurea. Un lavoro che si è nutrito della collaborazione di numerosi soggetti e si è concretizzato in varie fasi: individuazione dei settori disciplinari coinvolti, raccolta di indicazioni concernenti il modus operandi di docenti e ricercatori,...

  7. Case study - Implementing a plagiarism detection service: ways of working with staff and students

    Cohen, Judy
    The session will outline how Turnitin was introduced to the University of Kent in 2006 and then implemented over the following academic year, including recent follow-up developments. The University Guidelines on Using Turnitin will be discussed, along with the use of specific Academic Integrity resources to support the use of Turnitin. There will be information about how staff are using Turnitin; how it has been received by students; the impact on reported instances of plagiarism (in specific Schools) and how staff view Turnitin in terms of workload and teaching academic writing.

  8. La tesi "copia e incolla": un caso di studio sulle opinioni di studenti e professori

    Tammaro, Anna Maria
    La tesi in Italia ha valore "legale", cioè certifica che lo studente ha compiuto un percorso di studio con successo ed è stato in grado di compiere un lavoro finale di ricerca, pur se limitato. Eppure il valore "vero" delle tesi degli studenti è generalmente basso ed è stato peggiorato dalla diffusa pratica del "copia ed incolla". E' allora vero quanto afferma Nicholas che Internet ci rende stupidi!. Quando arrivano nelle università, gli studenti non vengono istruiti sulle metodologie da seguire per redigere un lavoro di ricerca «corretto». Come anche non vengono istruiti sulle modalità di ricerca bibliografica e di...

  9. L'esperienza della Facoltà di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" di Firenze

    Cellini, Erika
    L’intervento ha l’obiettivo di presentare l’esperienza che la Facoltà di Scienze Politiche di Firenze sta vivendo riguardo alla sensibilizzazione di docenti e studenti rispetto alla questione del plagio. La Facoltà si serve infatti da qualche anno di un software antiplagio ad uso di docenti e studenti e sottopone a controllo obbligato le tesi triennali di tutti i corsi di laurea.

  10. L'esperienza di Ca' Foscari nel controllo antiplagio delle tesi di laurea

    Cortesi, Agostino
    Nell'intervento verrà illustrato il processo di gestione online delle tesi di laurea a Ca' Foscari, che dal 2011 prevede il controllo antiplagio mediante l'utilizzo del software Compilatio. Verranno presentati i dati sinora raccolti relativi all'utilizzo di tale sistema e le principali problematiche riscontrate.

  11. Il servizio antiplagio e il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna

    Roncada, Paola
    La Facoltà di Medicina Veterinaria ha aderito alla sperimentazione antiplagio con tutti i corsi di Laurea. Pur trattandosi di sperimentazione, l’analisi con il programma antiplagio è stata resa obbligatoria, fin dall’inizio, per tutte le tesi sia di Laurea sia di Dottorato. L’intervento avrà l’obiettivo di evidenziare la peculiarità della sperimentazione presso la Facoltà di Medicina Veterinaria, il ruolo del referente nei confronti dei colleghi docenti, i vantaggi dell’utilizzo del programma antiplagio e alcune criticità.

  12. Attività di ricerca e uso dei materiali reperiti in Internet

    Spedicato, Giorgio
    A diversi lustri di distanza dalla diffusione di Internet in ambito accademico, vi è ancora in alcuni la convinzione che i materiali ivi pubblicati o reperibili costituiscano una sorta di immenso common liberamente appropriabile, sovrapponendo così la facilità di accesso a tali materiali con la libertà d'uso degli stessi. Le regole del diritto d'autore, tuttavia, trovano diretta applicazione anche nel contesto della Rete rendendo necessario un chiarimento sull'equivalenza tra alcuni atti compiuti in ambito digitale e le corrispondenti condotte in ambito analogico. In Internet, inoltre, sono nate e hanno trovato ampia diffusione regole sociali e giuridiche che mirano a derogare...

  13. G-invariant Persistent Homology

    Frosini, Patrizio
    Classical persistent homology is not tailored to study the action of transformation groups different from the group Homeo(X) of all self-homeomorphisms of a topological space X. In order to obtain better lower bounds for the natural pseudo-distance d_G associated with a subgroup G of Homeo(X), we need to adapt persistent homology and consider G-invariant persistent homology. Roughly speaking, the main idea consists in defining persistent homology by means of a set of chains that is invariant under the action of G. In this paper we formalize this idea, and prove the stability of G-invariant persistent homology with respect to the natural...

  14. G-invariant Persistent Homology

    Frosini, Patrizio
    Classical persistent homology is not tailored to study the action of transformation groups different from the group Homeo(X) of all self-homeomorphisms of a topological space X. In order to obtain better lower bounds for the natural pseudo-distance d_G associated with a subgroup G of Homeo(X), we need to adapt persistent homology and consider G-invariant persistent homology. Roughly speaking, the main idea consists in defining persistent homology by means of a set of chains that is invariant under the action of G. In this paper we formalize this idea, and prove the stability of G-invariant persistent homology with respect to the natural...

  15. Revisione continua e Architettura orientata al servizio(SOA)

    Vagnozzi, Ercole
    Il modello della revisione tradizionale è sorpassato nell’economia in tempo reale con la SOA. L’innovazione del processo tradizionale di revisione è necessaria per garantire la revisione in tempo reale con aziende sviluppate in SOA. I professionisti e gli accademici stano esplorando la revisione continua come potenziale successore del modello della revisione tradizionale ma non hanno tenuto conto della liquidità delle aziende garantite dalla SOA. Utilizzando la tecnologia e l’automazione, la metodologia della revisione continua aumenta l’efficienza e l’efficacia del processo di revisione che deve garantire la revisione in tempo reale nelle aziende con SOA. Questo articolo definisce come la metodologia della...

  16. Smart social commerce

    Vagnozzi, Ercole
    A fianco dei fenomeni che caratterizzano l’economia collaborativa descritta in Wikinomics, assistiamo all’emergenza sempre più evidente del valore della smart social commerce in ambito economico. Ovvero, quando si opera in condizione di scarsità, appare in modo chiaro la necessità di valutare tale condizione in rapporto a una situazione speculare di esubero. Esubero della domanda rispetto all’offerta, esubero degli stimoli rispetto alla capacità cognitiva. In questa situazione, la crescita individuale e collettiva diventa possibile tramite l’azione dinamica, filtrante e costruttiva dello smart social commerce in contrapposizione al social commerce. La nostra società diviene, insomma, sempre più disintermediata e sempre più mediata....

  17. Architettura Orientata Ai Servizi (SOA) e Analisi dei Costi: Inteligent Agent e Predittivita’ del miglior Servizio

    Vagnozzi, Ercole
    Nel seguente articolo viene proposta un’analisi SOA su tre livelli consecutivi e crescenti vale a dire: Stabilità, Condivisione e Predittività, ognuno dei quali supportato dallo studio di casi concreti e specifici per ogni singolo livello. Lo schema proposto ha lo scopo di scindere in tre fasi l’implementazione SOA per una più immediata comprensione e analisi dei costi associati a ogni specifico livello. L’obiettivo razionale su cui si fonda l’approccio proposto è quello della previsione in termini di costi e ricavi, di benefici quantificabili, nonché di nuove opportunità al fine di ridurre i costi stimati e offrire servizi personalizzati agli utenti....

  18. Risk Disclosure in Sustainability Reports of Italian Public Utilities

    Aureli, Selena; Salvatori, Federica
    Corporate Social Responsibility may be seen as an essential element of corporate risk management contributing to a company’s survival. The link between CSR and risk management is even deeper in public utilities because they have to be accountable while carrying out activities that potentially impact on the current and future citizenry. The presence of local governments or/and the State as Italian utilities’ shareholders may lead those companies to disclose even more information than private ones, although a difference in sustainability disclosure may be found when the closeness of the relationship with the local communities is weaken. Accordingly, this paper investigates...

  19. Guidelines for the implementation of effective e-learning courses based on collaboration.


  20. Promoting good practice. Lessons from a collection of European eLearning experiences


Aviso de cookies: Usamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios, para análisis estadístico y para mostrarle publicidad. Si continua navegando consideramos que acepta su uso en los términos establecidos en la Política de cookies.